ARI Sanremo Home Page Home Page Nominativo di Sezione ARI Sanremo
Home Main Menu Sezione ARI-RE Award Liguria EME Diploma Sanremo Search Members Downloads Forums Guestbook Login

Toggle Content Trova nel sito


Toggle Content .:Translate Language
Please select to change language

Klicken Sie auf Sprache ändern

Sélectionner pour changer la langue

Haga clic para cambiar el idioma
Autori › Il dipolo rotativo
Il dipolo rotativo

Per la verità "possediamo" solo ciò che comprendiamo


Antenne... antenne... il "dipolo rotativo"

      Questa antenna è derivata da un'idea di Bud W3FF Link esterno. È stata da me costruita, provata e adattata alle nostre disponibilità di materiali, alle esigenze di praticità nel montaggio ripetuto, alla fattibilità, alla leggerezza per il portatile, ma soprattutto badando al costo!

L'antenna come si può vedere dal disegno è contenuta nello spazio, robusta e leggera usando i materiali indicati, di facilissimo assemblaggio e nell'uso, una volta determinato i punti di risonanza delle varie bande, ripeterli è quasi un gioco.

Per costruirla ci vuole un tornio o un amico che abbia un tornio, e passare qualche ora a far "filetti". Cercare poi, nelle varie mostre, (questo è più difficile) un "whip surplus" di quelle dimensioni. Per tutto il resto il materiale è comune. Si può fare tutto e bene in poche ore, ma non sottovalutate l'impegno.

Per trovare i punti di risonanza nelle varie bande, in modo ruspante, consiglio quanto segue: un ricetrans in BT, un misuratore rosmetro, voi in campagna, lontano da ostacoli, con l'antenna montata su di un sostegno centrale alto almeno due metri e mezzo, una scala di legno doppia e voi sopra, che a partire dai 40 metri, con tutta la bobina inserita, fate entrare o uscire le due estremità dei due whips fino a trovare la massima uscita in W (non il minimo ROS). Ogni volta toglietevi da vicino all'antenna quando fate la misura.

Trovata la massima uscita fate segno con pittura sul lato "caldo" (vivo del cavo), poi andate sull'altro lato del dipolo, "freddo" (calza del cavo) e fate entrare o uscire di pochissimo l'estremità del whip cercando il valore minimo di ROS (sempre di volta in volta allontanatevi dall'antenna). Trovato, segnate anche qua con lo stesso colore, che cambierete a seconda delle bande! Il numero delle spire sulla bobina su cui fare le prese per i 14/18/21 MHz sono grosso modo indicate, non fidatevi, troppe cose nella costruzione falsano queste indicazioni. Fate così: allungate al massimo meno due centimetri tutti e due i whips e cominciate, sulle due bobine, a cortocircuitare in modo eguale, le spire, partendo dalle spire esterne verso l'interno: trovata la risonanza il dettaglio si troverà entrando o uscendo leggermente le estremità dei whips questo per tutte le bande. Dopo i 21 MHz, quando, se avete i whips di quella lunghezza, bisogna togliere la bobina e il braccio e cominciare a rientrare con i whips, la misura fisica della lunghezza di ciascun whip la potete determinare in modo approssimativo ma valido così:

lunghezza del braccio in metri = 142500 : frequenza espressa in KHz : 2 =

e cioè, se volessimo "centrare" la frequenza di 28060 KHz... 142500 : 28060 : 2 - metri 2.53 per ogni braccio.

Questa è solo una traccia, ora metteteci del vostro, per il piacere del fare, e di provare far solletico all'etere. L'antenna funziona... e bene, parola di sherpa SOTA, che quest'estate l'ha portata nello zaino in giro sulle Alpi Liguri facendo un'incredibile quantità di DX con "1 W" di potenza!

Se poi volete esagerare... quando siete vicini al mezzo... un rotatore, a batteria, 500 mA di consumo 12 V CC, con control box all'interno, un giro 40 sec., portata 50 Kg, peso 2,4 Kg.

Credo sia utile solo se si fanno contest e in brutta stagione, altrimenti un po' di esercizio fisico a entrare e uscire e le mani vanno benissimo.


Se vuoi scaricare lo schema originale in formato zip clicca qui: Dipolo rotativo (schema) 

Attilio, I1BAY

Discutine sul Forum



(17300 letture) Pagina Stampabile

[ Ritorna a I1BAY ]




Nominativo di Sezione
Sezione A.R.I. Sanremo - 18.02 codice ASC che per la Sezione è G08

La Sede si trova in corso Mazzini n° 1, a fianco del Campo Sportivo, in Sanremo. La Sezione è aperta tutti i martedì, non festivi, dalle ore 21 alle ore 23 circa.

Indirizzo Postale:

ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI
SEDE di SANREMO
CASELLA POSTALE 114
18038 SANREMO IM


Scrivi al Segretario
ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI P.IVA & C.F. 90029580082
Indirizzo di posta elettronica certificata
presidenza@pec.arisanremo.it

Webmaster IZ1OQB PINO

Contatto per il Webmaster
Regolamento del Sito | Note Legali/Disclaimer | Come trovarci


Best viewed 1024x768 +

Questo sito appartiene alla Sezione ARI di Sanremo (IM) e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
I loghi, i marchi e gli script usati in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari e a CPG-Nuke Team.
Questo sito utilizza la versione 9.2.1 di Dragonfly CPG-Nuke.
Theme by i1yst
Tutti i testi, le foto e i disegni tecnici sono esclusiva proprietà di © 2002-2013 arisanremo.it
Vietata la riproduzione e la copia, anche parziale, senza la previa autorizzazione di arisanremo.it

All content are protected by the copyright law and may not be copied without the express permission and the active reference to a source!
Web stats

Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy



placeholder Support GoPHP5.org   Dragonfly   XHTML valid!   CSS valid!   Level Double-A Conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0   RSS valid!   Robots valid!   PHP   PhpMyAdmin   MySql   Get Adobe Reader   Unicode   Add to Google placeholder