ARI Sanremo Home Page Home Page Nominativo di Sezione ARI Sanremo
Home Main Menu Sezione ARI-RE Award Liguria EME Diploma Sanremo Search Members Downloads Forums Guestbook Login

Toggle Content Trova nel sito


Toggle Content .:Translate Language
Please select to change language

Klicken Sie auf Sprache ändern

Sélectionner pour changer la langue

Haga clic para cambiar el idioma
Autori › Attivazione DCI-AT113 - Torre di Vengore
Attivazione DCI-AT113 - Torre di Vengore

Attivazione Torre di Vengore AT113


Cronaca della giornata

Partenza da Sanremo alle ore 7,30 circa di Domenica 14 maggio ed arrivo sul posto nel Comune di Roccaverano (famoso per le gustose robiole fatte con latte crudo di capra), Alte Langhe, provincia di Asti.
Trovata la Torre di Vengore (referenza AT 113 – non ancora attivata) a circa 1 km dal ridente paesino, ci sistemiamo in un posto aprico entro la distanza regolamentare, montiamo antenna ed apparato, e Martino IW1PNJ inizia le chiamate.
Tempo stupendo per tutta la giornata.

Alcuni dati:

  • Antenna verticale (la solita realizzata da Martino su un progetto di Giorgio IK1UWL) alta circa 6 mtr. con bobina e cappello in testa, dalla resa collaudata ed altissima.
  • Apparato usato FT 897D con linearino SLA300 uscita circa 200 wts.
  • Alimentazione a batteria.
  • Collegamenti fatti oltre 150, massima distanza: Inghilterra.

Grande soddisfazione e divertimento nonostante il notevole solito pile-up domenicale.
Espletati i collegamenti ci avviamo verso le ore 13 ad un sontuoso desco con prelibatezze varie locali (salumi, formaggi, vini e quant'altro di meglio offre la cucina piemontese) organizzato da varie YL, senza curarsi di colesterolo e glicemia.
Al pomeriggio piccola ripresa delle attività radio, ma, vista la poca partecipazione e le condizioni di propagazione non proprio felici (come al mattino del resto), smettiamo dopo poco, per goderci il finire di una giornata stupenda sotto tutti i punti di vista.
Si torna a casa per la cena (!) più che soddisfatti della domenica in radio ed all'aria aperta.

Carlo I1OCQ & Martino IW1PNJ


Antenna Martino Martino La Torre La Torre

Descrizione della Torre

Il territorio tra le due Bormide (di Spigno e di Millesimo) è particolarmente ricco di torri e tutte di notevole dignità architettonica. Ma certo la torre di Vengore è tra le migliori, sia per altezza, sia per conservazione sia infine (non trascurabile aspetto) per la posizione altamente panoramica. Viene attribuita generalmente al XIV secolo, datazione che gli viene attribuita, sia per le proporzioni, sia per la presenza dell'apparato a sporgere sulla sommità della torre stessa. Apparato a sporgere che induce a pensare agli ultimi anni del XIV secolo. Tuttavia i dati storiografici e anche semplicemente bibliografici intorno alla costruzione non sono molti. Assodata ne è la funzione di vedetta, più che di fortificazione vera e propria; sicuramente sorta con il compito di controllare la valle del Bormida di Spigno e le colline del contado acquese.
Si potrebbe azzardare a proporre per Vengore un origine non signorile ma comunale, legate all'espansione acquese. Ipotesi basata sulla assoluta diversità di questo esempio da quello, pur vicinissimo in linea d'aria, di Roccaverano, esempio che per di più ha una vicina replica nella vicina torre di Olmo Gentile; e invece sulla notevolissima somiglianza tra la torre di Vengore e quella del castello di Visone pochi chilometri a oriente di Acqui.
È comunque degna di nota la compresenza, nel territorio di Roccaverano, di due esemplari di torri così diverse come quelle di Vengore e del castello di Roccaverano, esemplari per di più, quasi canonici dei due differenti tipi.
Secondo alcuni autori ottocenteschi Vengore prenderebbe il nome dalla sua torre, sia pure in maniera contorta.
Si narra infatti da parte di questi autori che la fortificazione sarebbe stata eretta da un potente del luogo, il quale, esaltato dalla possenza e dall'altezza della torre, non avrebbe cessato di ripetere, durante i lavori di edificazione: "Vengo re, vengo re!". Con il risultato di lasciare tale esclamazione in eredità alla sua opera.
Leggenda, naturalmente. Tale leggenda è attribuita, a seconda degli autori, ad Angelo Brofferio ed a G. Cesare Abba.


Discutine sul Forum



(2547 letture) Pagina Stampabile

[ Ritorna a I1OCQ ]




Nominativo di Sezione
Sezione A.R.I. Sanremo - 18.02 codice ASC che per la Sezione è G08

La Sede si trova in corso Mazzini n° 1, a fianco del Campo Sportivo, in Sanremo. La Sezione è aperta tutti i martedì, non festivi, dalle ore 21 alle ore 23 circa.

Indirizzo Postale:

ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI
SEDE di SANREMO
CASELLA POSTALE 114
18038 SANREMO IM


Scrivi al Segretario
ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI P.IVA & C.F. 90029580082
Indirizzo di posta elettronica certificata
presidenza@pec.arisanremo.it

Webmaster IZ1OQB PINO

Contatto per il Webmaster
Regolamento del Sito | Note Legali/Disclaimer | Come trovarci


Best viewed 1024x768 +

Questo sito appartiene alla Sezione ARI di Sanremo (IM) e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
I loghi, i marchi e gli script usati in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari e a CPG-Nuke Team.
Questo sito utilizza la versione 9.2.1 di Dragonfly CPG-Nuke.
Theme by i1yst
Tutti i testi, le foto e i disegni tecnici sono esclusiva proprietà di © 2002-2013 arisanremo.it
Vietata la riproduzione e la copia, anche parziale, senza la previa autorizzazione di arisanremo.it

All content are protected by the copyright law and may not be copied without the express permission and the active reference to a source!
Web stats

Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy



placeholder Support GoPHP5.org   Dragonfly   XHTML valid!   CSS valid!   Level Double-A Conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0   RSS valid!   Robots valid!   PHP   PhpMyAdmin   MySql   Get Adobe Reader   Unicode   Add to Google placeholder